Roma, 3 Gennaio.

Il Gse ha comunicato che è presente on line il Rapporto Statistico 2016.
Viene quindi specificato che “Anche nel 2016 l’Italia ha confermato di aver raggiunto e superato gli obiettivi europei al 2020 sui consumi di energia coperti da fonti rinnovabili. Nel 2016 il 17,35% dei consumi complessivi di energia nei tre settori elettrico, termico e dei trasporti, è stato coperto dalle fonti rinnovabili.

“Se si guarda al solo comparto elettrico, continua la nota, la percentuale coperta dalle rinnovabili è arrivata nel 2016 al 37,3%, grazie agli oltre 742.000 impianti in esercizio nel nostro Paese, per una potenza di 52,3 GW e una produzione di energia rinnovabile di 108 TWh. Anche nel 2016 l’idroelettrico si conferma come la fonte rinnovabile più proficua nel settore elettrico, coprendo da sola il 39% della produzione complessiva da rinnovabili. Dopo l’idro, vengono il fotovoltaico (20%), le bioenergie (18%) e l’eolico con il 16% della produzione complessiva, anche se si attesta come la fonte rinnovabile più in crescita nel 2016”.

Nel settore Termico rileva la statistica il 19% circa dei consumi energetici proviene da fonti rinnovabili, con la biomassa solida (utilizzata soprattutto nel settore domestico in forma di legna da ardere e pellet) che da sola ha coperto 7,3 Milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep). Per quanto riguarda infine il settore Trasporti, nel 2016 sono stati immessi in consumo circa 1,2 milioni di tonnellate di biocarburanti (contenuto energetico pari a 1,04 Mtep), in larghissima parte costituiti da biodiesel.

(Fonte Gse www.gse.it)