Roma, 21 Novembre.

Lo scorso 16 Novembre, La Conferenza Unificata, ha dato il parere positivo al Decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che va a ripartire tra le Regioni le risorse del Fondo investimenti da 46 miliardi di euro previsto dalla Legge di Bilancio 2017 (L.232/2016). Le Regioni avranno 1,058 miliardi di euro per finalizzare gli interventi per l’edilizia scolastica e messa in sicurezza antisismica negli edifici scolastici da realizzare dal 2017 al 2019.
Viene sottolineato che 1,058 miliardi verranno divisi tra le annualità 2017, 2018 e 2019 ed andranno a finanziare due capitoli di spesa. Il Ministero dell’Istruzione avrà dal 2017 al 2019 un finanziamento di 772 milioni di euro da investire per la prevenzione del rischio sismico.
Il Miur, altresì, potrà avere anche fondi per 285,6 milioni di euro per agevolare gli altri interventi sugli immobili scolastici per il triennio 2017-2019.
I Fondi saranno divisi tra le Regioni e assegnati agli Enti locali al fine di realizzare gli interventi individuati con la ricognizione degli edifici e le indagini diagnostiche attinenti all’adeguamento sismico e la messa in sicurezza degli edifici inseriti nei piani regionali.
Tutta la lista pertinente gli interventi sarà approvata con un apposito Decreto.