Roma, 24 Novembre.

L’Osservatorio Oice/Informatel sulle gare pubbliche di ingegneria e architettura ha reso noto, con il comunicato dello scorso 21 Novembre, i dati inerenti al mercato delle gare del mese di Ottobre.
La nota mette in evidenza che “Dopo la pausa di settembre in ottobre mercato di nuovo in crescita, le gare di sola progettazione sono state 348 (di cui 35 sopra soglia) per un importo di 41,8 milioni di euro, rispetto al mese di ottobre 2016 +27,0% in numero e +10,6% in valore. Positivo anche il confronto con il precedente mese di settembre: +27,0% nel numero e +11,4% nel valore. È in forte crescita anche l’andamento delle gare di sola progettazione pubblicate nei primi dieci mesi del 2017: in totale sono state 2.932, per un valore di 486,2 milioni di euro, il confronto con i primi dieci mesi del 2016 segna una crescita del 28,7% in numero e dell’89,5% in valore”.
Viene altresì sottolineato che “per il mercato di tutti i servizi di ingegneria le gare rilevate nel mese di ottobre sono state 575 con un importo complessivo di 61,9 milioni di euro, rispetto al mese di ottobre 2016 si rilevano incrementi del 9,5% in numero e del 21,2% in valore. Nei dieci mesi del 2017 sempre per tutto il mercato dei servizi di ingegneria e architettura sono state bandite 4.948 gare per un importo complessivo di 773 milioni di euro che, confrontate coi primi dieci mesi del 2016, mostrano un aumento del 20,9% nel numero (+72,8% sopra soglia e +15,2% sotto soglia) e una crescita del 37,0% nel valore (+33,9% sopra soglia e +48,0% sotto soglia).
Sempre molto alti i ribassi con cui le gare vengono aggiudicate. In base ai dati raccolti fino alla fine di ottobre il ribasso medio sul prezzo a base d’asta per le gare indette nel 2015 è al 40,0%, per quelle pubblicate nel 2016 al 42,5%, anche per le gare pubblicate nel 2017 il ribasso arriva al 42,5%, il valore massimo degli ultimi 10 anni.”
Per ciò che concerne le gare italiane pubblicate sulla gazzetta comunitaria si rende noto che sono passate dalle 405 unità dei primi dieci mesi del 2016 alle 700 dei dieci mesi appena trascorsi, con una crescita del 72,8%. “Nell’ insieme dei paesi dell’Unione Europea – continua la nota – il numero dei bandi presenta, nello stesso periodo, una crescita del 28,2%. Nonostante questo, l’incidenza del nostro Paese continua ad attestarsi su un modesto, anche se in crescita, 3,2%, un dato di gran lunga inferiore rispetto a quello di paesi di paragonabile rilevanza economica: Francia 27,8%, Germania 21,8%, Polonia 11,6%, Svezia 4,6%”
Il Comunicato conclude sootolineando che “Nei dieci mesi del 2017 il valore delle gare miste, cioè di progettazione e costruzione insieme (appalti integrati, project financing, concessioni di realizzazione e gestione) ha superato i 5 miliardi di euro, con un calo del 34,7% sugli stessi mesi del 2016. Gli appalti integrati da soli mostrano, sempre rispetto ai primi dieci mesi del 2016, cali del 75,0% in numero e del 70,3% in valore”.

(Fonte Oice www.oice.it )