Roma, 12 Ottobre.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 236 del 9 Ottobre 2017 è stata pubblicata la delibera n.951 Anac del 20 Settembre inerente all’aggiornamento delle Linee guida n. 7, di attuazione del Decreto legislativo 18 Aprile 2016, n. 50, recante “Linee guida per l’iscrizione nell’Elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che operano mediante affidamenti diretti nei confronti di proprie societa’ in house previsto dall’art. 192 del decreto legislativo 50/2016”.
Le nuove linee guida sono entrate in vigore lo scorso 10 Ottobre.
Come già evidenziato precedentemente il Comunicato dell’Autorità, pubblicato il 29 Settembre scorso, enunciava le principali novità delle nuove linee guida n.7 ora in vigore.
La principale novità, spiegava il comunicato dell’Anac, riguarda i punti 5.7 e 8.8 delle linee guida in questione, che disciplinano gli affidamenti pregressi per i casi in cui l’Autorità, accertata l’assenza dei requisiti di legge che devono essere posseduti per l’in-house, dispone la mancata iscrizione o la cancellazione dall’Elenco. A seguito delle modifiche introdotte all’art. 211 del Codice, l’Autorità ha previsto – in luogo dell’esercizio del potere di raccomandazione vincolante – l’esercizio dei poteri di cui all’art. 211, commi 1-bis e 1-ter, del Codice dei contratti pubblici”.
Inoltre, al punto 4.1 delle Linee guida è previsto “che il soggetto avente titolo alla presentazione della domanda di iscrizione nell’Elenco è la persona fisica deputata ad esprimere all’esterno la volontà del soggetto richiedente, ovvero il Responsabile dell’Anagrafe delle Stazioni Appaltanti (cd. RASA), su delega delle persone fisiche deputate ad esprimere all’esterno la volontà del soggetto richiedente.
Viene anche evidenziato, inoltre, che il punto 7.1 delle linee guida è stato integrato con la seguente frase “In caso di inerzia e/o ritardo dell’ente istante a comunicare le variazioni circa la composizione del controllo analogo congiunto, l’Ufficio può procedere alle variazioni anche su iniziativa degli altri enti partecipanti alla compagine che esercita il controllo analogo congiunto sull’organismo in house”.
Il termine per l’avvio della presentazione della domanda di iscrizione nell’elenco, specificava infine il comunicato, è stato posticipato al 30 ottobre 2017.”