Roma, 17 Ottobre.

Lo scorso 12 Ottobre, il Gse ( gestore dei servizi energetici) ha comunicato che il contatore delle fonti rinnovabili non fotovoltaiche ha registrato, lo scorso 31 Agosto, un costo indicativo medio di 5,292 miliardi di euro.
Spiega la nota del Gse che “Tale ammontare va confrontato con il tetto di 5,8 miliardi di euro. Si segnala una diminuzione del contatore (-100 € mln), principalmente ascrivibile al rialzo del prezzo di riferimento dell’energia elettrica osservato sui mercati forward.”
Viene altresì rilevato che nel contatore rientrano anche gli oneri d’incentivazione riguardanti gli impianti CIP6 (quota rinnovabile),e l’incentivo sostitutivo dei Certificati Verdi e le Tariffe Onnicomprensive (DM 18/12/2008), gli impianti incentivati mediante il Conto Energia per il solare termodinamico e quelli in esercizio ai sensi del DM 6/7/2012 e del DM 23/6/2016 (FER non fotovoltaiche).

(Fonte Gse www.gse.it )