Roma, 18 Settembre.

Lo scorso 13 Settembre, l’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, ha pubblicato i dati del secondo trimestre del 2017 . Viene così registrato che nel secondo trimestre del corrente anno vi è stato un aumento delle transazioni delle abitazioni del 3,8%, mentre le compravendite delle pertinenze (cantine e soffitte) sono cresciute del 10,1%, rispetto allo stesso periodo del 2016. Per quel che riguarda uffici e negozi il valore si è attestato ad un+6,2% il settore produttivo un + 4,9%.
Il mercato immobiliare continua a risalire negli ultimi 3 anni. Viene così evidenziato che nel periodo tra Aprile e Giugno 2017 sono state scambiate 145.529 abitazioni, circa 5.000 in più rispetto al 2016, registrando però una crescita rallentata rispetto al trimestre precedente. Le compravendite di depositi pertinenziali sono state più accentuate nei Comuni minori (+11,9%) rispetto ai Comuni capoluogo (+6,9%), mentre gli scambi che hanno riguardato e i garage box  hanno fatto registrare un +2,7% abbastanza eterogeneo.
Per quello che concerne le grandi città italiane viene evidenziata la crescita del mercato residenziale rispetto alle città minori, con un complessivo +4,4%. Prima tra tutte è stata Napoli dove la compravendita degli immobili ha registrato un+ 13,6%, seguita da Palermo con un +8,3% e Torino con +5,7%. Roma si è attestata con un +4,5% mentre Milano 4,1% . Sottotono, invece, il mercato nelle città di Genova con un +1,3% e Firenze con un +0,9%. Bologna è l’unica tra le grandi città a registrare un dato negativo con un -4,3% (poco più di 1.500 compravendite).
Per quel che concerne il mercato non residenziale viene registrato un aumento del 6,2% per gli scambi del settore terziario-commerciale, dove la crescita è esponenziale nel Nord ovest e nelle isole, (rispettivamente +10,9% e +7,6%). Nelle città maggiori, altresì, vengono evidenziati i risultati delle compravendite di uffici che sono in crescita del 18%, dei negozi, (con un +10,7% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno). Nel settore produttivo le compravendite di capannoni e industrie sono aumentati del 4,9%. I risultati del secondo trimestre 2017 vanno ad avvicinarsi agli standard precedenti al 2012 (anno della crisi del settore). Il rialzo del comparto è stato dato in maniera particolare dall ’aumento degli scambi nelle aree del centro e del Nord Ovest, (facendo registrare un +18,7% e un +11,3%). Più contenuti i recuperi al Nord Est (+3,5%) e al Sud : rispettivamente +3,5% e +0,3%); male invece le isole dove si è registrato un forte calo delle compravendite con un dato pari a -37,3%.