Roma, 11 Settembre.

Il GSE (Gestore Servizi Energetici) ha aggiornato, al 1 Settembre (e pubblicato sul proprio sito istituzionale il 5 ) il Contatore al fine di visualizzare i principali dati relativi all’andamento del Conto Termico, il meccanismo incentivante regolato dal DM 16 febbraio 2016.
Viene così evidenziato nella nota del GSE che “Dal 31 Maggio 2016 sono arrivate al GSE circa 32.000 domande, per un totale di 149 milioni di incentivi richiesti, di cui 71 milioni relativi a richieste di soggetti privati e 78 milioni relativi a richieste della Pubblica Amministrazione (di cui 59,2 milioni mediante prenotazione).
Dall’avvio del meccanismo al 1°Settembre 2017- continua la nota- risultano ammesse all’incentivo circa 47.500 richieste, per un totale di circa 172 milioni di incentivi impegnati, di cui 152 in accesso diretto. Complessivamente, 122 mln sono afferenti a interventi effettuati da privati e circa 50 milioni a quelli realizzati dalle PA (di cui 19 milioni mediante prenotazione)”.
E’ stato altresì registrato che limitatamente agli incentivi riconosciuti in “accesso diretto”, la spesa annua cumulata per il 2017 è di 74,3 milioni, di cui 59,8 per i privati e 14,5 milioni per le PA mentre, per il prossimo anno, invece, la spesa 2018, è di 10,8 miloni, di cui 9,5 milioni per i privati e 1,3 milioni per le Pubbliche Amministrazioni.
Il Gse comunica infine che “L’impegno di spesa annua riferibile agli incentivi richiesti mediante prenotazione è determinato all’avvio lavori, per la quota di acconto, e alla loro conclusione per il saldo”.

(Fonte www.gse.it )