Roma, 22 Settembre.

L’ Osservatorio Oice-Informatel sui servizi di ingegneria e progettazione ha pubblicato, lo scorso 19 Settembre, i dati definiti relativi alle gare ni mesi di Giugno, Luglio, Agosto. Viene evidenziato che le gare bandite sono state 711 (di cui 128 sopra soglia) per un importo di 131,8 milioni di euro. In confronto rispetto ai mesi di luglio-agosto 2016 è stato registrato un+32,2% in numero e +77,4% in valore (valori in percentuale aggiornati rispetto a quanto pubblicato nelle anticipazioni del 1 settembre). E’ Ottimo anche il dato sul confronto delle gare bandite nel solo mese di Agosto con lo stesso mese dello scorso anno: con un aumento del 24,0% nel numero e del 24,6% nel valore.
Nettamente positivo, sottolinea il comunicato Oice; è anche l’andamento delle gare di progettazione pubblicate nei primi otto mesi del 2017 che sono state 2.310, per un valore di 406,9 milioni di euro: in questo caso il confronto con i primi otto mesi del 2016 segna una crescita del 36,6% in numero e del 108,9% in valore”.
Nei 16 mesi dall’entrata in vigore del Codice Appalti, da Maggio 2016 ad Agosto 2017, continua la nota, il mercato della progettazione ha segnato una netta crescita rispetto ai 16 mesi dello stesso periodo precedente: +36,6% in numero e +86,9% in valore. In termini assoluti nei mesi post decreto 50/2016, da maggio 2016 ad agosto 2017, si sono raggiunti i 677,2 milioni di euro contro i 362,2 milioni di euro degli stessi mesi 2015 – 2016.Per il mercato di tutti i servizi di ingegneria le gare rilevate nel bimestre estivo sono state 1.099 con un importo complessivo di 236,2 milioni di euro, rispetto ai mesi di luglio e agosto 2016 si rileva un aumento del 18,2% in numero e dell’83,9% in valore; nel mese di agosto le gare sono state 512 con un valore di 105,3 milioni di euro, rispetto ad agosto 2016 il numero dei bandi cresce del 13,0% e il loro valore del 15,2%.”
Viene altresì evidenziato che nei primi otto mesi del 2017 per tutto il comparto dei servizi di ingegneria e architettura sono state svolte 3.908 gare per un importo totale di 655,1 milioni di euro. In comparazione con i primi otto mesi del 2016, si registra un aumento del 29,7% nel numero (+74,4% sopra soglia e +24,2% sotto soglia) e una crescita del 40,7% nel valore (+37,5% sopra soglia e +54,1% sotto soglia).
Per ciò che concernete il mercato europeo il comunicato sottolinea che “Le gare italiane pubblicate sulla gazzetta comunitaria sono passate dalle 328 unità dei primi otto mesi del 2016, alle 572 degli otto mesi appena trascorsi, con una crescita del 74,4%. Nell’insieme dei paesi dell’Unione Europea il numero dei bandi presenta, nello stesso periodo, una crescita del 29,8%. Nonostante questo, l’incidenza del nostro Paese continua ad attestarsi su un modesto, anche se in crescita, 3,3%, un dato di gran lunga inferiore rispetto a quello di paesi di paragonabile rilevanza economica: Francia 28,1%, Germania 21,7%, Polonia 11,6%, Svezia 4,3%.
Infine, nei primi otto mesi del 2017 il valore delle gare miste, ovvero progettazione e costruzione insieme (appalti integrati, project financing, concessioni di realizzazione e gestione) ha toccato i 5,0 miliardi di euro, facendo rilevare un aumento del 18,4% rispetto allo scorso anno. Di contro, gli appalti integrati, sono in controtendenza e fanno registrare rispetto ai primi otto mesi del 2016, cali del 80,3% in numero e del 79,0% in valore.

(Dati e Fonte Oice www.oice.it)