Roma, 29 Agosto.

L’Osservatorio del Cresme Sole 24Ore ha pubblicato i dati relativi agli appalti di lavori pubblici inerenti al mese di Giugno. Il rapporto evidenzia una crescita rispetto al giugno 2016 con variazioni registrate tra il 18% e il 45% in tutte le categorie del mercato fino a un massimo di 15 milioni di importo per singola opera. Viene evidenziato, specificatamente, l’aumento del 18% per gli appalti fino a 150.000, del 30% per le opere comprese fra 150.000 e 500.000 euro, del 41,1% per i bandi tra 500.000 euro e un milione, del 44,6% per i lavori fra 1 e 5 milioni, del 38,5% per i bandi fra 5 e 15 milioni.
Il rapporto sottolinea, però, che gli importi totali registrati in Giugno hanno subito una pesante riduzione, pari al 33,6% in paragone a Giugno 2016 . Tale risultato è stato dato dallo spiccato crollo del mercato (-69,5%) delle grandi opere di importo superiore a 50 milioni di euro.
Per ciò che concerne il numero dei bandi il dato di Giugno 2017 ha registrato un aumento rispetto a quello dello stesso periodo dell’anno scorso con 1.195 bandi contro 1.176 .
Il Cresme evidenzia, infine, che il primo semestre del 2017 si è chiuso senza perdite rispetto al primo semestre del 2016. Specificatamente: una riduzione del 2,1% degli importi messi a gara (8.863 milioni del 2017 contro 9.054 del 2016 ) e una crescita del 4,2% del numero dei bandi messi a gara (8.404 del 2016 contro 8.062 del 2017).