Roma, 6 Luglio.

L’Osservatorio Oice-Informatel ha pubblicato, lo scorso 4 Luglio, i dati sulle anticipazioni relative ai bandi pubblici di progettazione.  La nota mette in risalto che anche nel mese di giugno si registrato un trend positivo per i bandi pubblici di progettazione, che sono cresciuti  sia in numero sia in valore rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nel Giugno 2016, infatti, vi era stato comunque una ripresa dopo il rallentamento del precedente mese di Maggio dovuto all’adeguamento alle nuove norme. Viene quindi specificato che “ sono state bandite 233 gare, per un importo di 55,8 milioni di euro,+ 17,7% in numero e +149,1% in valore, su giugno 2016. Nei primi sei mesi del 2017 i bandi di sola progettazione, rispetto al 2016, sono in crescita in numero, +38,7%, e in valore, +136,9%.”Altresì si evidenzia un vero e proprio calo per quel che concerne gli appalti integrati  (progettazione esecutiva e costruzione) “che nel mese di Giugno, sottolinea la nota,  sono stati solo 6 per un valore complessivo di progettazione pari a 800.000 euro di progettazione, su 36,6 milioni di importo lavori”.

Le gare vengono aggiudicate con ribassi troppo elevati(si tratta di dati relativi a tutti i servizi e non soltanto alle progettazioni), conclude infatti il comunicato OICE “a fine giugno il ribasso medio sul prezzo a base d’asta per le gare indette nel 2014 è al 30,2%, per quelle indette nel 2015 al 40,1 %; le notizie che riguardano le gare pubblicate nel 2016 (quasi tutte prima dell’entrata in vigore del decreto 50/2016) danno un ribasso che arriva al 41,5% circa.”

(Fonte e dati OICE www.oice.it )