Roma, 27 Giugno.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il D.P.R. 13 Giugno 2017 recante “Regolamento recante disciplina semplificata della gestione delle terre e rocce da scavo, ai sensi dell’art. 8 del decreto-legge n. 133 del 2014, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 164 del 2014”  Il nuovo Regolamento sarà pubblicato nei prossimi giorni sulla Gazzetta Ufficiale. Il provvedimento che era stato promosso nella seduta n. 30 del Consiglio dei Ministri lo scorso 19 Maggio, va a definire un quadro normativo coerente in continuità  con la legislazione comunitaria e nazionale immettendo, in un testo unico, molteplici disposizioni che vanno a disciplinare la normativa sulla gestione e l’utilizzo delle terre e rocce da scavo. Viene quindi specificato che il Regolamento oltre che ad unificare, in un’unica misura, la disciplina sulle terre da scavo va a semplificare le regole per i cantieri sotto i seimila metri cubi chiarendo, altresì, tutte le definizioni e la tempistica sulle risposte delle pubbliche amministrazioni le quali hanno specifici compiti da assolvere quali quelli di promuovere analisi e abbattere norme burocratiche, prima troppo ristrettive, al fine di agevolare il trasporto dei materiali. Il Decreto pubblicato in Gazzetta, come spiegava la nota della Presidenza del Consiglio 19 Maggio scorso “… risolve le criticità riscontrate nel tempo sia dagli operatori che dai soggetti istituzionali preposti ai controlli, consente di rafforzare la tutela ambientale e insieme la competitività delle imprese e risponde pienamente ai principi e agli obiettivi del processo verso un modello economico di tipo “circolare”.