Roma, 19 Giugno.

Il Senato, lo scorso 15 Giugno, con 144 voti favorevoli, 104 contrari e un astenuto, ha approvato definitivamente il DDl n. 2853 di conversione in legge del Decreto Legge-24 Aprile 2017, n.50 recante “Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo”  La “manovrina”, lo scorso 1 Giugno, aveva ricevuto la fiducia della Camera dei Deputati.

Tra le misure più importanti vengono segnalate le seguenti:

  • Sismabonus.

Viene stabilito che chi effettua un acquisto in zona sismica 1 di un immobile da un’impresa di costruzione o ristruttura lo stesso con criteri antisismici può avere una detrazione dell’85% sul prezzo della vendita.

  • Restauro.

Viene consentito il cambio di destinazione e d’uso negli interventi di restauro e risanamento conservativo degli immobili a patto che siano conformi con gli standard urbanistici vigenti nonché ai piani attuativi.

  • Edilizia scolastica.

Si stabilisce il finanziamento di 15 milioni di euro per interventi di l’edilizia scolastica per tutto il 2017.

  • Anac.

L’Autorità Nazionale Anticorruzione dovrà, dopo aver verificato eventuali irregolarità in bandi o nelle procedure di gara, agire in giudizio contro le Amministrazioni e non più sanzionarle direttamente.

  • Durc.

Viene stabilito che la “rottamazione delle cartelle esattoriali” per la regolamentazione del Durc si potrà ottenere al fine di partecipare alle gare d’appalto. Si sottolinea, altresì, che il Durc sarà revocato in caso tardivo di versamento delle rate.

  • Split Payment.

Viene applicato anche ai professionisti, dal prossimo 1° Luglio 2017, lo split payment nel caso gli stessi emettano fatture verso Enti pubblici, Pubbliche Amministrazioni, società controllate, società quotate in borsa.

  • Comuni e antisismica.

Viene stanziato un fondo di 40 milioni di euro finalizzato alla progettazione per realizzare nuove opere e interventi di adeguamento o miglioramento antisismico degli immobili pubblici, ricadenti in zona sismica 1, dei Comuni.

  • Banche e Ecobonus.

Gli inquilini di un immobile incapienti possono cedere il credito inerente all’ecobonus e pertinente ai lavori condominiali a banche e istituti di credito, imprese edili, intermediari finanziari.

  • Alberghi.

Viene stabilito che il credito di imposta per gli esercizi alberghieri può essere usato senza alcun tetto massimo per poter comprare mobili e accessori. Gli stessi, però, non possono essere ceduti per 8 anni.

  • Sisma e zone franche.

Si stabilisce che nei Comuni del cratere del sisma saranno riconosciute le agevolazioni delle Zone franche urbane fino al 31 Dicembre 2017. Alle aziende verrà riconosciuta l’esenzione Ires e Irpef, fino a un tetto massimo di 100 mila euro di reddito annuo e dell’Irap su una produzione fino a 300 mila euro annui, nonché dei contributi previdenziali e assistenziali e Imu.

  • Impianti sportivi.

Si stabilisce che i progetti attinenti alla realizzazione di impianti sportivi non possono prevedere.

  • Cortina.

Viene stabilita la possibilità di utilizzare procedure semplificate nell’area turistica della provincia di Belluno per i progetti e la realizzazione o miglioramento di: impianti a fune, piste di discesa, opere per aree turistiche, collegamenti tra piste, al fine di consentire a Cortina d’Ampezzo lo svolgimento dei mondiali di sci del 2020-2021.

  • Ciclovie turistiche.

Previste l’esecuzione delle seguenti ciclovie italiane: ciclovia del Garda, ciclovia Trieste-Lignano Sabbiadoro-Venezia, ciclovia Sardegna, ciclovia Magna Grecia , la ciclovia Tirrenica, ciclovia Adriatica (Già prevista dalla Legge di stabilità del 2016 il Grab di Roma).