Roma, 27 Giugno.

Anche la Regione Sicilia , con al delibera n.237/2017 approvata lo scorso 14 Giugno, ha recepito i modelli unificati e standardizzati per l’edilizia. La delibera che ha avuto il benestare della giunta regionale reca “Piano di Rafforzamento Amministrativo (PRA) – Programmazione 2014/2020 – Adozione moduli unificati e standardizzati in materia di attività commerciali e assimilate (ex decreto legislativo 30 giugno 2016, n.126), nonché moduli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze.(ex decreto legislativo 28 agosto 1997, n.281), adottati in sede di Conferenza Unificata nella seduta del 4 maggio 2017″. La delibera approvata dunque va a far proprio l’accordo del 4 Maggio 2017 trovato in Conferenza Unificata tra Governo, Regioni ed Enti Locali.
Viene altresì specificato che i modelli vanno a recepire il processo di semplificazione iniziato con la riforma Madia della Legge 124/2015 e i Decreti “Scia 1” D.lgs 126/2016 e Scia 2 (Dlgs 222/2016) che hanno cambiato la normativa sui titoli abilitativi.
Come già ricordato, Il base all’articolo 2 del testo unificato , le Regioni dovevano provvedere entro il 20 Giugno 2017, ad adeguare in relazione alle specifiche normative regionali, i contenuti informativi dei moduli unificati e standardizzati, utilizzando le informazioni contrassegnate come variabili. I Comuni, altresì, adegueranno i moduli in uso sulla base delle previsioni dell’ accordo entro e non oltre il 30 Giugno 2017.
Si ricorda il Decreto Semplificazioni del 2014 a cadenzare le tempistiche e l’aggiornamento dei modelli unici adottati da Comuni e Regioni negli anni 2014/2015. Gli enti locali dovranno, quindi, pubblicare sui loro siti istituzionali, entro e non oltre il 30 Giugno 2017, i moduli unificati e standardizzati.
Come già evidenziato i moduli unificati e semplificati che sono stati oggetto dell’accordo in Conferenza Unificata sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n.128 del 5 Giugno 2017 e si compongono dei seguenti titoli:
• “CIL – comunicazione di Inizio lavori per opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee”;
• “Cila”;
• “Scia e Scia alternativa al permesso di costruire”
• “Scia per l’agibilità”;
• “Comunicazione di fine lavori”;
• “Soggetti Coinvolti”.