Roma, 8 Maggio.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 103 del 5 Maggio 2017 (supplemento ordinario n.22) è stato pubblicato il Decreto legislativo 19 aprile 2017, n. 56 cosiddetto “Correttivo al codice dei contratti”  e recante “Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50”. Il Decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta a distanza di 22 giorni dall’approvazione definitiva del Consiglio dei ministri svoltosi il 13 Aprile scorso. Viene dunque evidenziato che decorre il termine per l’entrata in vigore fissato dall’articolo 131 del provvedimento dopo 15 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale; le nuove norme contenute nel Decreto correttivo entreranno in vigore il 20 Maggio prossimo. Da questa data  saranno applicate le correzioni al Dlgs 50/2016 e mandati in gara i bandi con tale aggiustamento legislativo. Il Testo appena pubblicato prevede una “vacatio” di 15 giorni per l’entrata in vigore. Questo periodo sarà quindi utile alle amministrazioni al fine di prendere visione delle novità arrecate alla normativa.

Altro punto importante è quello inerente alla sanatoria dei per i progetti definitivi (approvati prima del 19 Aprile 2016) ma non esecutivi che le p.a. non hanno mandato in gara. Questi progetti potranno, ora, essere messi in gara senza incorrere nel divieto di appalto integrato fino al 20 Maggio 2018. Viene quindi previsto che dal 20 Maggio prossimo le pubbliche amministrazioni potranno mandare in  gara, entro la data del 20 Maggio 2018, gli  appalti integrati inerenti a progetti definitivi approvati entro il 19 Aprile 2016.

 Di seguito il Link del supplemento ordinario n.22 alla Gazzetta Ufficiale n. 103.

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/05/05/17G00078/sg