Roma, 13 Aprile.

Sulla Gazzetta Ufficiale n.84 del 10 Aprile 2017 è stato pubblicato il Decreto Legge n. 8 del 9 Febbraio 2017, con modificazioni recante “nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016 e del 2017” . Il Decreto è entrato in vigore il giorno 11 Aprile.

Il Senato, lo scorso 5 Aprile, aveva dato il via libera definitivo alla conversione in Legge con 153 voti favorevoli 104 contrari ed 1 astenuto.

La Legge, da poco entrata in vigore, è pertinente alle Regioni colpite dal terremoto del Centro Italia ovvero Lazio, Abruzzo, Marche e Umbria. Tra le misure di maggior rilievo si evidenziano le seguenti:

  • Viene stabilito che i Comuni, Province e unioni di Comuni, unioni montane possano predisporre progetti per la ricostruzione da presentare al Commissario straordinario Vasco Errani. Le stesse Regioni sono, altresì, autorizzate a procedere all’affidamento delle opere di urbanizzazione sia primaria sia secondaria utilizzando la procedura negoziata.
  • Per ciò che concerne le opere di urbanizzazione attinenti al settore zootecnico viene specificato che le Regioni possono anticipare fino al 30% del contributo ad ogni singolo operatore danneggiato. In tale contesto sono stati stanziati 35 milioni di euro, facenti parte del pacchetto zootecnia e autorizzato dall’Unione Europea. Per i bovini viene stabilito un finanziamento a capo di 400 euro. Verranno calcolati gli animali di proprietà per ogni impresa con i dati riferiti al 31 Luglio. Le Regioni potranno redigere un progetto strategico di rilancio del settore agricolo e agroindustriale per complessivi 340 milioni di euro per il quinquennio 2016 -2020.
  • Vengono affidati ai Presidenti delle Regioni colpite i compiti della gestione delle macerie. E’ permesso il trasporto delle macerie nei siti di deposito intermedio per un periodo massimo di 18 mesi.
  • Sono stabiliti, per la ricostruzione privata, finanziamenti agevolati con un provvedimento che estende il contributo al 100% del costo delle strutture anche agli impianti prevedendo un finanziamento agevolato per la copertura del 100% degli investimenti fino a un tetto di 600mila euro per le nuove imprese e nuovi investimenti pertinente ai settori di: agricoltura, commercio e turismo.
  • Si concede la validità per l’anno scolastico 2016-2017 a tutti gli studenti delle Regioni investite dal sisma nonostante la durata delle attività didattiche sia inferiore ai 200 giorni.
  • Gli immobili scolastici possono essere investiti di progetti diretti ad assicurare il ripristino delle condizioni necessarie per la ripresa delle ore scolastiche con riferimento all’anno 2017-2018 (con la procedura negoziata, senza bisogno della pubblicazione del bando di gara).
  • Obbligatorietà d’iscrizione a una specifica anagrafe delle imprese, riducendo, altresì, i tempi necessari per i controlli sulle stesse.
  • Viene stabilito un intervento per il sostegno alle fasce deboli della popolazione con uno stanziamento di 41 milioni di euro  per il 2017 .
  • Le imprese e i lavoratori autonomi potranno avere erogazioni grazie a finanziamenti agevolati per il pagamento delle tasse fino al 2018. Ai lavoratori è concesso di richiedere la ‘busta pesante’ (con la sospensione dell’Irpef), indifferentemente da dove è fissato il domicilio fiscale del sostituto d’imposta.
  • Vengono portati da 350 a 700 il numero di nuovi lavoratori che saranno assunti con contratto a tempo determinato da Comuni e Province, con un aumento delle risorse umane. Ogni Comune, altresì, potrà sottoscrivere contratti per collaborazioni illimitati (precedentemente il numero massimo era di 5 contratti).