Roma, 24 Marzo.

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.66 del 20 Marzo 2017 la Legge n. 30 del 16 Marzo 2017 recante “Delega al Governo per il riordino delle disposizioni legislative in materia di sistema nazionale della protezione civile“. La pubblicazione è avvenuta dopo l’approvazione definitiva alla Camera dei Deputati del 7 Marzo 2017.

Viene specificato che la Legge delega il Governo ad adottare, entro nove mesi, uno o più decreti legislativi di ricognizione, riordino, coordinamento, modifica e integrazione delle disposizioni legislative vigenti che disciplinano il Servizio nazionale della protezione civile e le relative funzioni, in base ai principi di leale collaborazione e di sussidiarietà e nel rispetto dei principi e delle norme della Costituzione e dell’ordinamento dell’Unione europea

Tra i punti salienti della riforma vengono evidenziati i seguenti:

  • la standardizzazione dei contributi, che in futuro saranno erogati sulla base di criteri uniformi;
  • la limitazione del potere di deroga sul fronte degli appalti.

La riforma prevede di superare il sistema attuale, nel quale ogni procedura viene gestita in maniera autonoma e diversa, tramite ordinanze, creando invece uno standard di risposta ai territori.

Viene, altresì, prevista anche una forte limitazione delle deroghe. Quest’ultime, infatti, permaranno ma con una portata più ristretta, che dovrà essere spiegata volta per volta, indicando la finalità.

Gli strumenti di erogazione andranno regolati in maniera organica, così come le procedure contabili da applicare ai commissari.

Altra disposizione riguarderà i risarcimenti e le contribuzioni. Essi non dovranno più essere affidati a provvedimenti dedicati ai singoli territori, con altrettante disparità di trattamento. Le normative per il ristoro dei danni andranno fissate prima e successivamente, applicate ai singoli casi.