Roma, 3 Marzo.

Si volta ieri a Roma una manifestazione a sostegno delle richieste dell’intera comunità teramana di modifica del cosiddetto Decreto Sisma. Alla manifestazione hanno partecipato circa 1.500 persone arrivate nella capitale con 35 pullman. La delegazione dei manifestanti è stata guidata dal Presidente della provincia di Teramo Renzo Di Sabatino e dal Sindaco Maurizio Brucchi. La rappresentanza è stata ricevuta in Piazza Montecitorio, dove c’erano tra gli altri Luigi Di Maio (M5S) e Marina Sereni (Pd). Successivamente la delegazione si è spostata a Palazzo Chigi. Al confronto ha partecipato anche il Sottosegretario all’Economia Paola De Micheli. E’ stata richiesta la modifica del Decreto Sisma ed il riconoscimento dello stato di calamità naturale specifica per la concatenazione di eventi calamitosi che ha profondamente danneggiato non solo i beni materiali ma anche il tessuto socio economico del territorio abruzzese. Alla manifestazione, patrocinata dall’Unione Province d’Italia, hanno aderito fra gli altri ANIEM Teramo, la Camera di Commercio di Teramo, le Associazioni di categoria, i Sindacati confederali, i Comuni, l’ANCI Abruzzo, la Provincia di Pescara, la Provincia di Chieti e numerose istituzioni locali. Dall’incontro non si è però avuto un riscontro concreto da parte dell’Autorità governative in merito alle richieste fatte dai manifestanti .

In allegato le richieste di Aniem Teramo.