Roma, 17 Marzo.

Dal 15 Marzo scorso il sistema di gestione del Durc on line (Documento Unico Regolarità Contributiva) ha introdotto le modifiche previste dal Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali del 23 Febbraio 2016 recante “Modifica del Decreto 30 Gennaio 2015 relativo a «Semplificazione in materia di documento unico di regolarita’ contributiva” (DURC) e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.245 del 19 Ottobre 2016.

Viene quindi evidenziato che  i portali telematici di INPS e INAIL trasferiranno al sistema delle Casse Edili le richieste di DURC riguardanti sia le imprese con un codice statistico contributivo (CSC) riguardante il settore edile sia le società con un diverso inquadramento previdenziale e, quindi, con altro CSC.

 Il sistema delle Casse Edili-Edilcasse, quindi, grazie a questa modifica, potrà effettuare la verifica di regolarità contributiva anche per quelle imprese che, pur non avendo un codice edile, va ad applicare un contratto collettivo di lavoro del settore e sono iscritte alle Casse Edili, come, ad esempio, le imprese del settore calcestruzzo.