Roma, 2 Marzo.

È stato approvato, in via definitiva, dal Senato il disegno di Legge recante “Conversione in legge del decreto-legge 29 dicembre 2016, n. 243, recante interventi urgenti per la coesione sociale e territoriale, con particolare riferimento a situazioni critiche in alcune aree del Mezzogiorno”.

Il Decreto appena approvato prevede le seguenti misure:

  • Deroghe al Codice Appalti per il G7 di Taormina per situazioni di emergenza (affidamenti esenti da bando) . Si potrà ricorrere alla procedura negoziata con un invito a cinque operatori.
  • Nelle Regioni di Abruzzo, Basilicata; Calabria; Molise; Puglia; Sicilia e Sardegna viene stabilito il credito di imposta del 25% per le grandi imprese; 35% nelle medie imprese; 45% nelle piccole aziende al fine di incentivare l’acquisto di macchinari. Tale agevolazione è protratta fino al 31 Dicembre 2019.
  • Ad ogni piano operativo di investimento potranno essere finanziati 15 milioni di euro per le grandi imprese; 10 milioni di euro per le medie imprese e 3 milioni di euro per le piccole imprese.
  • Istituzione del piano “Magna Grecia”. Il programma andrà a finanziare determinati progetti che valorizzano e rilanciano la città di Matera quale capitale della cultura del 2019 e porta del Mediterraneo. Stabilito, per questo piano, un erogazione di 1,2 milioni di euro (400mila euro per ciascuno degli anni 2017, 2018 e 2019). Il Fondo sarà costituito presso il Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo.
  • Interventi di adeguamento dei sistemi di collettamento, fognatura e depurazione (previsto dalle procedure di infrazione europee 2004/2034 e 2009/2034). A tale scopo sarà nominato un commissario unico per la realizzazione del sistema in tempi brevi. Il commissario avrà una cabina di regia composta da sei tecnici di alta professionalità e competenza nominati con Decreto Ministeriale (Ambiente). Sono previsti 300 mila euro annui per il pagamento delle spettanze.