Roma, 2 Febbraio.

Secondo uno studio svolto dall’osservatorio Cresme (Centro ricerche economico e sociale del mercato dell’edilizia) e attinente al mercato delle macchine movimento terra e lavori stradali continua a crescere il comparto. Specificatamente, nel 2016, sono state vendute 11.103 unità, ovvero un amento  del 21,6% rispetto al 2015. Questo numero, rileva lo studio, fa elevare il settore ai risultati del all’anno 2011.

Viene, quindi, sottolineato che il quarto trimestre del 2016 ha profondamente marcato il risultato dei macchinari incrementando del 27,5% le vendite e il noleggio rispetto allo stesso periodo del 2015. Già nei due trimestri antecedenti si avevano avute crescite significative ovvero :+ 24,3% nel primo trimestre e + 17,5% nel secondo trimestre e una crescita che si è attestata a un + 15% nel terzo trimestre.

Per quel che concerne le varie tipologie di macchinari viene evidenziato che il mercato di movimento terra classiche, e inerenti a macchine medio-grandi è aumentato del 21%; il mercato delle macchine compatte ha registrato una crescita del 28%; quello dei rulli e delle vibrofinatrici ha registrato, altresì, un picco di aumento del 44%. Diminuita, invece, durante il 2016, la vendita dei sollevatori telescopici facendo registrare un -68,6% e delle Terne con un -1,1%. Si registrato, infine, un risultato negativo anche per gli articolati dumpers che hanno avuto un picco negativo con un -31,8% rispetto al 2015.