Roma, 20 Gennaio.

L’Istat, con la nota diffusa ieri, ha comunicato  che a Novembre 2016, rispetto al mese di Ottobre, l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni ha registrato un aumento del 2,0%. Nello stesso mese, inoltre, gli indici di costo del settore sono aumentati  dello 0,1% per il tronco stradale con tratto in galleria e dello 0,3% per quello senza tratto in galleria, mentre sono rimasti invariati per il fabbricato residenziale.

Nella media del trimestre settembre-novembre l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni manifesta comunque una flessione dell’1,8% rispetto ai tre mesi precedenti.

Su base annua, specifica l’Istituto di statistica,  a Novembre 2016 si registra un calo del 2,3% sia per l’indice della produzione nelle costruzioni corretto per gli effetti di calendario che per quello grezzo (i giorni lavorativi sono stati 21 come a novembre 2015). Sempre su base annua, continua la nota, gli indici del costo di costruzione aumentano dello 0,3% per il fabbricato residenziale, diminuiscono dello 0,2% per il tronco stradale con tratto in galleria, mentre restano invariati quelli senza tratto in galleria.”

Viene, inoltre, specificato che a Novembre 2016, il contributo maggiore (+0,3 punti percentuali) all’aumento tendenziale del costo di costruzione del fabbricato residenziale è da attribuire all’incremento dei costi dei materiali.

Infine, la nota mette in rilievo che “il contributo maggiore (-0,2 punti percentuali) alla diminuzione tendenziale dell’indice del costo di costruzione del tronco stradale con tratto in galleria deriva dal decremento dei costi dei materiali, mentre la variazione nulla registrata dall’indice del costo di costruzione di un tronco senza galleria deriva da un contributo negativo dei costi dei materiali (-0,1 punti percentuali), bilanciato da uno positivo dei costi dei noli (+0,1 punti percentuali)”.

( Fonte e dati istat www.istat.it )