Roma, 12 Dicembre.

La Bei (Banca Europea Investimenti) ha concesso alla Regione Toscana un credito di 250 milioni di euro al fine di finanziare la metà del piano infrastrutturale che vale 300 milioni di euro e il programma per gli investimenti per le case popolari, quest’ultimo ha un valore di 200 milioni di euro. Il 6 Dicembre scorso è stato firmato il programma per le infrastrutture, tra il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e il vice-presidente Bei Dario Scannapieco. A giorni sarà  firmato il piano per le case popolari.

Il debito deve essere restituito dalla Regione Toscana entro 25 anni con un vantaggio notevole sui tassi di interesse con un -0,8% e 1,7% in meno dei prestiti della Cassa Depositi e con la prima rata da rendere dopo quattro anni.

Nel programma attinente al piano infrastrutturale sono previste opere per la difesa del suolo, riqualificazione urbana e infrastrutture per il trasporto. Altresì, nei piani delle società pubbliche, sono attese opere per la  riqualificazione degli immobili ex Iacp e nuovi alloggi all’interno dell’edilizia sovvenzionata, ovvero le case  popolari. Viene evidenziato che i 250 milioni finanziati dalla Bei saranno di fatto investiti per la metà del mezzo miliardo delle opere che la Regione Toscana ha programmato per infrastrutture ed edilizia pubblica in quattro anni (2016-2020).  Il prestito della Banca Europea è visto con molto favore poiché le nuove regole di bilancio hanno chiuso in maniera notevole la possibilità di indebitamento o di  investimento della Regione.