Roma, 14 Novembre

Sulla Gazzetta Ufficiale n.262 del 9 Novembre 2016 è stato pubblicato il Decreto Ministeriale del 16 Settembre 2016 n.262 recante: “Ministero dello Sviluppo Economico – Modalità di attuazione del programma di interventi per il miglioramento della prestazione energetica degli immobili della pubblica amministrazione centrale”. Il Decreto da il via libera alle Pubbliche Amministrazioni, per i progetti presentati nel biennio 2014-2015,  di poter effettuare interventi di efficientamento energetico degli immobili per un massimo di 70 milioni di euro. La riqualificazione energetica degli edifici pubblici è prevista dalla Direttiva Europea n.27 del 2012. Tale direttiva ha l’obbiettivo di raggiungere il 3% all’anno di efficientamento energetico della superficie complessiva dei  beni del demanio edilizio dello Stato. L’Italia, recependo la direttiva Europea, ha previsto un finanziamento totale di 355 milioni di euro per l’arco temporale 2014-2020.

Specificatamente il Decreto, appena pubblicato in Gazzetta, considera finanziabili i seguenti interventi:

  • Sostituzione di chiusure trasparenti;
  • installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale;
  • installazione di collettori solari termici;
  • sistemi di termoregolazione e contabilizzazione di calore;
  • riqualificazione e/o sostituzione degli impianti di calore;
  • sostituzione di scaldacqua elettrici con quelli a pompa di calore.

Ad intervento effettuato sarà necessaria la verifica della prestazione energetica raggiunta da parte di un professionista abilitato, in genere un progettista, il quale descriverà i lavori effettuati nonché il risultato raggiunto.