Roma, 26 Ottobre.

Il MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze) ha pubblicato i dati ufficiali inerenti al numero degli appalti nei Comuni Italiani. Lo studio elaborato attesta  che nel terzo trimestre dell’anno in corso  vi è stato un  calo degli investimenti dei Comuni in lavori pubblici. Viene quindi evidenziato che, complessivamente, nei primi nove mesi del 2016, il calo delle procedure è stato del 6,7%. La causa principale è stata negli anni scorsi, come noto, il Patto di stabilità interna degli enti locali, che ha finito soprattutto per frenare gli investimenti, piuttosto che la spesa corrente inefficiente.
Nonostante il superamento del Patto di stabilità (legge di bilancio 2016) e la possibilità per i Comuni di poter utilizzare il Fondo pluriennale vincolato (spendere negli esercizi successivi un impegno di spesa di un certo anno), il dato complessivo del periodo è di 5,862 miliardi, e la situazione è dovuta alle incertezze derivanti dall’utilizzo delle risorse e dalle nuove regole del codice 50/2016.